Open main menu
This page is a translated version of the page Bassel Khartabil and the translation is 100% complete.
Other languages:
Bahasa Indonesia • ‎Bahasa Melayu • ‎Cymraeg • ‎Deutsch • ‎English • ‎Ladino • ‎Nederlands • ‎català • ‎dansk • ‎español • ‎français • ‎interlingua • ‎italiano • ‎magyar • ‎português • ‎português do Brasil • ‎sicilianu • ‎slovenščina • ‎čeština • ‎Ελληνικά • ‎башҡортса • ‎русский • ‎українська • ‎العربية • ‎فارسی • ‎中文 • ‎日本語
Bassel Khartabil nel giugno 2010 (foto di Joi Ito).

Chi era Bassel Khartabil?

Bassel Khartabil era uno sviluppatore di software open source e un volontario wikipediano di origine palestinese-siriana.
È stato uno dei primi e più attivi utenti (anche se non iscritto) di Wikipedia in lingua araba. Ha anche contribuito allo sviluppo di Mozilla Firefox e ha fondato e guidato Creative Commons Siria. Il suo lavoro di adattamento delle licenze Creative Commons in lingua araba è stato descritto come "decisivo".
Bassel è ampiamente riconosciuto come una delle figure più importanti della nascente comunità di Internet in Siria. Nel 2013 ha ricevuto il Digital Freedom Award assegnato annualmente dall'organizzazione non-profit Index on Censorship. Nel 2012 è stato anche nominato dalla rivista Foreign Policy fra i Top Global Thinkers per "lottare, nonostante ogni avversità, per una rivoluzione siriana pacifica".

Cosa è successo a Bassel?

Bassel è stato arrestato da forze dell'intelligence militare siriana il 15 marzo 2012. Da allora è stato detenuto in prigione, senza imputazioni e senza processo, ha sofferto torture disumane e maltrattamenti dal personale carcerario siriano, compreso un periodo di 8 mesi di isolamento.
Nel dicembre 2012, Bassel è stato condotto dinanzi a un procuratore militare. In questo breve interrogatorio, Bassel non ha potuto presentare una difesa e non gli è stato permesso di valersi di assistenza legale. Successivamente è stato recluso nella prigione di Adra, nei dintorni di Damasco, in attesa di giudizio.
Il 3 ottobre 2015, Bassel è stato spostato dalla sua cella nel carcere civile di Adra e tradotto in una destinazione segreta, e da quel momento non se ne è più saputo nulla. A novembre, notizie non confermate giunte alla famiglia avevano fatto circolare l'ipotesi che potrebbe essere stato condannato a morte da una corte marziale segreta, senza possibilità di appello. Nell'agosto 2017 si è appreso che Khartabil è stato ucciso dal regime siriano poco dopo la sua sparizione nel 2015.

Chi sosteneva Bassel?

Nell'aprile 2015, il Gruppo di Lavoro delle Nazioni Unite sulle Detenzioni Arbitrarie ha richiesto l'immediata scarcerazione di Bassel, e ha definito la sua continuata detenzione come "arbitraria". Il Gruppo ha inoltre precisato che la detenzione di Bassel costituisce una violazione degli articoli 9, 14 e 19 della Convenzione internazionale sui diritti civili e politici, sottolineando che il governo siriano ha omesso di fornire "alcuna informazione che potesse dimostrare che la pacifica e non violenta attività del Sig. Khartabil costituiva una minaccia alla sicurezza nazionale o all'ordine pubblico".
Conseguentemente, più di 30 organizzazioni per i diritti umani (comprese Amnesty International, Human Rights Watch, Index on Censorship, e il Gulf Center for Human Rights) hanno sottoscritto una lettera aperta insistendo perché il governo siriano riveli dove si trova attualmente Bassel e lo riunisca alla sua famiglia. Il Board of Directors di Creative Commons ha inoltre approvato una risoluzione che richiede il rilascio di Bassel, e il MIT Media Lab ha offerto a Bassel una cattedra come ricercatore scientifico presso il Center for Civic Media per lavorare su progetti che rendano la storia della Siria disponibile al mondo.
Anche la Fondazione Wikimedia, l'organizzazione che ospita Wikipedia, ha richiesto la liberazione di Bassel. Oltre ad informare la stampa della situazione di Bassel, la Fondazione ha pubblicamente parlato della questione nei suoi eventi e nei suoi canali social. A marzo 2014 ha organizzato un edit-a-thon di Wikipedia dedicato a Bassel, ed è rimasta in diretto contatto con la sua famiglia.
 
#FreeBassel - Foto di Kennisland


Dove posso leggere qualcosa di più su Bassel?

Ci sono voci di Wikipedia su Bassel in più di 15 lingue, compreso Italiano, Inglese, Arabo, Francese, Tedesco, Spagnolo, e altre (sono linkate tutte dall'elemento Wikidata.).
Puoi anche seguire questi link: